Castro

Chi si trova in vacanza ad Otranto avrà certo l’occasione di recarsi in escursione lungo la costa, sia verso nord che verso sud. Una delle mete immancabili di tanti visitatori e turisti che vengono in vacanza qui è certamente rappresentata dal bellissimo paese di Castro, appena più a sud, ad appena 11 chilometri da Otranto.
Si tratta di un piacevole e piccolo paesino arroccato su una collina, dalle origini antichissime, addirittura precedenti alla presenza di cretesi e minoici che avrebbero fondato il primo nucleo urbano, e sicuramente centro messapico prima di diventare un’importante centro strategico e sacerdotale (vi era qui infatti un famoso tempio dedicato a Minerva) sotto i romani.

Costa di Otranto
Costa di Otranto

Tante le attrattive del paese, a parte quelle dei litorali, dove si sviluppa la parte bassa della città, Castro Marina o Castromarina come viene denominata, da cui si sviluppano magnifici panorami di basse scogliere dal colore scurissimo e di spiaggette semi nascoste dalle rocce, piacevoli ed incantevoli rifugi per chi vuole trascorrere una giornata al mare in completa e piacevole solitudine.

Da visitare la Cattedrale, risalente alla seconda metà del 1100 in stile romanico, al cui interno sono conservate pregevoli tele e si trova un altare barocco di pregevole fattura.

Merita una visita anche il Castello aragonese e la cinta muraria, costruita sulla precedente fortificazione messapica e dalla cima delle quali, nei giorni più limpidi e sereni si può scorgere persino la sagoma dell’Albania, dall’altra parte dell’Adriatico.

A Castro il visitatore avrà anche la possibilità di ammirare una serie di attrazioni naturalistiche di indubbio fascino.

Immancabile un’escursione alle famose grotte che si trovano sul litorale, tra le quali citiamo la celebre Zinzulusa, la Grotta Romanelli, e decine di altre, tra le quali ricordiamo la Grotta Striare, la Plummara, la Tituneddra e la Grotta Azzurra.

Da non mancare poi anche una visita ad un ambiente boschivo di particolare pregio naturalistico, il Bosco dello Scarra, dove trovano rifugio diverse specie di volatili e dove si possono ammirare esemplari di specie di alberi molto interessanti.

A Castro si trova inoltre un grazioso porticciolo turistico che accoglie sia le imbarcazioni da diporto che i pescherecci.