Torre Otranto

La costa del Salento è stata da epoche molto remote al centro dei traffici e dei commerci tra la penisola italiana e l’oriente grazie alla sua posizione prossima alle coste greche balcaniche ed albanesi. Importanti centri marittimi e commerciali erano già stati fondati dai greci, ed in epoca romana lo sviluppo della vocazione marinara e mercantile sarà notevole.

Ma la posizione favorevole nasconde anche un lato oscuro. Le coste infatti sono state teatro da sempre di feroci scontri militari perchè la posizione strategica di alcune località, tra le quali Otranto oppure Santa Maria di Leuca, era molto importante per il controllo dei mari del mediterraneo orientale. Bizantini e veneziani, spagnoli e turchi si fronteggeranno per secoli per il predominio sulla costa ed a farne le spese sovente saranno le popolazioni locali, vittime delle scorrerie degli eserciti e delle rappresaglie.

Tristemente famosa la sorte toccata ad Otranto, capitolata di fronte ad un’imponente flotta turca sul finire del 1400, un episodio terribile ricordato ancora oggi per il massacro degli abitanti ad opera dell’esercito turco per non aver voluto rinnegare la fede cristiana.

Torre sulla costa del Salento
Torre sulla costa del Salento

Proprio per difendersi dagli attacchi via mare, a partire dall’alto medioevo in avanti la costa si doterà di sistemi difensivi, tra i quali il più efficace risulterà la costruzione di tutta una lunga serie di torri fortificate del Salento.

Costruite a ridosso della costa, e comunicanti visivamente tra di loro, in modo da poter comunicare con rapidità l’allarme per una prossima incursione, le torri rappresentavano il primo baluardo difensivo da opporre agli invasori provenienti dal mare ed erano quindi sovente fornite di cannoni ed altre armi a lunga gittata per colpire le navi prima che queste approdassero.

Tale misura difensiva in molti casi risulterà efficace per respingere gli attacchi e quindi salvare il territorio e la popolazione dalle scorrerie fino ad un epoca relativamente recente, quando, con il cambiamento delle strategie belliche le torri vedranno ridotta la loro importanza bellica.

Lungo il litorale costiero di Otranto ne esistono nomerose, alcune in pessimo stato conservativo ed altre ristrutturate e visitabili, tra le quali le più suggestive sono Torre Santo Stefano e Torre dell’Orso, che domina la omonima località balneare, Torre del Serpe, simbolo di Otranto, Torre Sant’Emiliano, diroccata, che svetta solitaria su una grande baia, e Torre Minervino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *